Arrediamo con te da professionisti

L’azienda opera nel settore da tanti anni ed è situata nel cuore della zona del mobile, a cavallo tra il Veneto orientale e il Friuli orientale, zona leader nel settore.

Divani e poltrone

NUOVA COLLEZIONE

NUOVA COLLEZIONE

Complementi

Opera_senza_titolo

Divani e poltrone

Complementi

CAMERETTE

LO SPAZIO PER I VOSTRI FIGLI

CAMERETTE

Scopri

BAGNI

BAGNI

Scopri

Lavanderie

Lavanderie

Scopri

CAMERETTE

LO SPAZIO PER I VOSTRI FIGLI

CAMERETTE

Scopri

BAGNI

BAGNI

Scopri

Lavanderie

Lavanderie

Scopri

I consigli di Quadrifoglio Arredi

                                                                                COTTURA AD INDUZIONE: VANTAGGI E SVANTAGGI                                                                                Il piano cottura a induzione è una tecnologia sempre più apprezzata al giorno d’oggi, un’alternativa moderna e pratica rispetto ai classici fornelli a gas da cucina. Ovviamente, prima di scegliere questa soluzione è importante valutarne con attenzione i vantaggi e gli svantaggi, analizzando nel dettaglio pro e contro del piano a induzione. In particolare, bisogna considerare una serie di aspetti come il risparmio energetico, il comfort in cucina e il rapporto qualità-prezzo, per capire se si tratta realmente dell’opzione più adatta alle proprie esigenze.

                         COME FUNZIONANO?

I piani a induzione hanno un rivestimento in vetroceramica, sotto il quale sono presenti le bobine che, alimentate dalla corrente elettrica, generano un campo elettromagnetico attraverso il fenomeno dell’induzione elettromagnetica. Quando si attiva una zona di cottura, il campo elettromagnetico si trasferisce alle pentole in quanto dotate di un fondo in materiale ferroso generando calore. A differenza di quanto si possa immaginare le cucine ad induzione consumano meno dei tradizionali fornelli a gas. I tempi di cottura sono notevolmente ridotti e l’efficienza è superiore, riflettendosi sui consumi. Probabilmente con una cucina ad induzione sarà necessario aumentare la potenza impegnata standard di un’utenza domestica. Gli ultimi modelli hanno delle funzioni specifiche per una regolazione automatica della potenza dei fuochi. In questo modo quando accendiamo più fuochi contemporaneamente, si evita un consumo troppo alto limitandone la potenza massima secondo la potenza disponibile per la propria fornitura. Per chi ha un impianto fotovoltaico spostare i consumi verso l’elettricità può essere solo un vantaggio.  





                                                                                                              VANTAGGI

I vantaggi principali di un piano a induzione sono l’elevata efficienza energetica e l’alto rendimento offerti da questa tecnologia. Questo sistema di cottura accelera le preparazioni, infatti raggiunge rapidamente la temperatura richiesta e in più distribuisce il calore in maniera uniforme, riducendo gli sprechi termici e migliorando la qualità della cottura. Un altro aspetto positivo dell’induzione è la regolazione delle temperature, i piani cottura sono dotati di un display digitale che consente di regolare in maniera precisa la temperatura. A seconda del tipo di cottura che dovrai eseguire, puoi impostare la temperatura precisa con il massimo beneficio per la ricetta. Il piano delle cucine a induzione rimane freddo intorno alla pentola e la zona di cottura si attiva solo se questa è a contatto con la piastra.

Si tratta inoltre di impianti semplici da usare, dotati spesso di un pratico display digitale dal quale gestire tutte le zone di cottura e le varie funzionalità disponibili. È anche un prodotto resistente e durevole, caratterizzato da un design moderno e contemporaneo, un impianto sicuro in quando funziona senza gas e non richiede bruciatori e fiamme.

Il piano cottura a induzione è facile da pulire, grazie alla presenza di un solo rivestimento piano senza ulteriori elementi difficili da pulire. Rappresenta anche una modalità di cottura ecologica, poiché non si utilizza una fonte fossile di energia come il gas naturale ma l’energia elettrica, la quale può arrivare da una fornitura elettrica da fonti rinnovabili o essere autoprodotta con il fotovoltaico.  

                                                                                                             SVANTAGGI 

Tra i contro di un piano cottura a induzione c’è senz’altro il costo elevato d’acquisto, infatti rispetto agli altri tipi di piani cottura quelli a induzione sono i più cari sul mercato. Ciò vale soprattutto per i modelli di nuova generazione, oppure per i prodotti di fascia alta più completi e avanzati, tuttavia si possono trovare anche piani a induzione più economici adatti a un budget limitato.

Un altro svantaggio è la necessità di utilizzare pentole e padelle specifiche, con un fondo piatto realizzato in materiale ferroso in acciaio o ferro, mentre non vanno bene utensili da cucina in alluminio o rame. Hai una pentola e non sai se puoi usarla con la cucina a induzione? Puoi fare una semplice verifica: per constatare che sia adatta basta prendere una calamita e controllare che si attacchi al fondo della pentola!

Un ulteriore lato negativo è l’aumento di potenza complessiva all’interno dell’abitazione, infatti con un piano a induzione si superano spesso i 3 kW e bisogna richiedere un incremento di potenza del contatore elettrico a 4,5 o 6 kW.

Add to cart